Obiettivi

Contro la dispersione

  • Individuare i bacini di utenza (fabbriche, CPA, associazioni varie) e promuovere l’offerta formativa degli istituti serali sia nel nostro istituto che nelle scuole del territorio.

Per un’adeguata accoglienza

  • Favorire un’accoglienza ordinata e trasparente inquadrando, in stretta sinergia con la segreteria didattica, il CPA e con la commissione valutazione titoli, i vari casi in tipologie standard.
  • Ridurre il disagio causato dall’ingresso di nuovi studenti nelle classi già formate.
  • Sperimentare e praticare azioni positive nel corso delle lezioni e in altre occasioni che favoriscano una buona qualità della convivenza e un avvicinamento reciproco degli studenti di varia estrazione culturale, linguistica, regionale, con speciale riguardo alla componente degli stranieri.

Per l’inserimento lavorativo

  • Favorire la circolazione di informazioni sul mondo del lavoro e sulla possibilità di nuove opportunità occupazionali grazie alla cooperazione di esperti dei vari settori, imprenditori e agenzie per l’impiego.
  • Creare contatti con le imprese del territorio e con i centri per l’impiego promuovendo le competenze degli studenti più impegnati e volonterosi e di quelli che hanno perso il lavoro per favorire sbocchi e riconversioni professionali e migliori opportunità occupazionali.
  • Promuovere una maggiore consapevolezza da parte degli studenti dei loro diritti nel mondo del lavoro.

Punti di forza del progetto

Il tentativo di provare a ridurre al tempo stesso la dispersione scolastica e la disoccupazione lavorativa.

Contro la dispersione

  • Contatti tra il coordinatore del corso serale e i docenti del diurno per affrontare casi critici di dispersione e adottare soluzioni condivise.
  • Contatti con le altre scuole prive di corsi serali e i CPA per illustrare l’attività di recupero degli studenti e la loro formazione nel nostro corso serale.
  • Contatti con il CPA che hanno rapporti con le comunità straniere per favorire processi di integrazione.
  • Eventuale attivazioni di corsi specialistici di lingua italiana in collaborazione con il comitato accoglienza stranieri del corso diurno e con gli altri enti pubblici.

Per un’adeguata accoglienza

  • Realizzazione di un questionario tipo per l’intervista di accoglienza.
  • Una giornata di scuola aperta del serale.
  • Attività di accoglienza dei candidati in ore diverse da quelle scolastiche e analisi delle richieste di iscrizione per l’inquadramento delle situazioni diverse in casi standard omogenei da sottoporre
    all’esame periodico del comitato.
  • Monitoraggio dei bisogni degli studenti con questionari e/o con conversazioni informali.

Per l’inserimento lavorativo

  • Incontri e contatti con esperti pubblici e privati del settore delle scuole serali e del mondo del lavoro (funzionari degli enti pubblici del lavoro, associazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro, singoli imprenditori, rappresentanti di centri di formazione e per l’impiego) per illustrare agli studenti le caratteristiche e le opportunità del mercato del lavoro, per favorire l’occupazione e processi di riconversione e di formazione nel quadro di una tutela dei diritti, anche alla luce della proposte di riforma del Governo Renzi.
  • Assistenza agli studenti per la produzione di curriculum vitae (CV) da presentare alle imprese.
  • Visite in aziende.
  • Monitoraggio della condizione lavorativa degli studenti con questionari e/o con conversazioni informali.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.