Il progetto si svolge con l’obiettivo di acquisire conoscenze tecniche e manualità pratica nell’ambiente motoristico. Migliorare le possibilità formative scolastiche più vicine alla conoscenza del mondo del lavoro, l’apprendimento di percorsi utili per il lavoro, quale efficace strumento di orientamento per valorizzare le vocazioni personali, preparazione professionale e inserimento nel mondo del lavoro. Esperienze culturali sviluppate per coinvolgere con più interessi gli alunni stessi. Ore di attività pratica operate al di fuori delle lezioni curricolari scolastiche, nei laboratori e con materiale in dotazione utilizzato. Migliorare la partecipazione e il comportamento con l’apporto di attività pratica, al fine di gratificare la propria formazione in particolare nell’ambito della manualità.

L’attività pratica su motori è motivata dagli alunni con la motivazione della scelta per questo Istituto.
Gli alunni partecipanti saranno suddivisi in gruppi da 3-4 componenti.
Ogni gruppo ha a disposizione e svolge l’attività pratica su un motore Fiat o Alfa.
Alcune esperienze analoghe svolte in anni precedenti hanno evidenziato particolare interesse ed entusiasmo degli alunni partecipanti a questa tipologia di lezione.

Durante il corso verranno sviluppate le seguenti fasi:

  • Norme di sicurezza, DPI, e norme comportamentali all'interno di una officina.
  • Conoscenza e nomenclatura delle varie attrezzature utilizzate in officina.
  • Metrologia d'officina: strumenti di misura e di controllo: alesametro, spessimetro, micrometro, calibro, ecc.
  • Particolari del motore: collocazione e loro funzione.
  • Capacità di lettura del libretto di uso e manutenzione.
  • Sensibilizzare il cliente alla cura ed al corretto utilizzo dell’autoveicolo.
  • Applicare tecniche di indagine per eseguire il check up meccanico ed elettronico del veicolo (controllo usura freni, usura dei pneumatici).
  • Individuare le tecnologie, gli strumenti e le fasi sequenziali necessarie alla riparazione dell’autoveicolo.
  • Adottare tecniche di smontaggio, controlli e rilevazione misure confrontabili con manuali tecnici costruttivi del veicolo.
  • Valutare il livello di usura e idoneità residua dei pezzi di ricambio proponendo interventi di natura tecnico-preventiva riferita a particolari semplici ed evidenti di un veicolo: freni, pneumatici, filtro aria.
  • Impianto frenante (Dischi, Pastiglie,Tamburi).
  • Impianto sterzante (Scatole Sterzo).
  • Organi di trasmissione del moto (Semiasse, Alberi).
  • Smontaggio Cambi (Cenni teorici).
  • Sostituzione kit Frizione (Disco, Spingi disco, Cuscinetto Reggispinta).
  • Organi di comando del kit Frizione (Meccanici e Idraulici).
  • Sospensioni, tecniche di smontaggio e sostituzione.
  • Controlli generali e sviluppo delle fasi di un tagliando.
  • Collocazione sull’autoveicolo dei vari organi ausiliari al motore (Alternatore, motorino di avviamento, ecc.)

I cambiamenti che hanno interessato il mercato dell’automobile e le complesse procedure di riparazione di un autoveicolo, hanno incrementato la richiesta di nuove risorse specializzate presso le Autofficine. Il nostro Istituto, che da sempre crede nell’importanza della formazione permanente e riconosce alla Scuola il ruolo primario nello sviluppo della società e con il seguente programma conferma la sua lungimiranza mettendo a disposizione la propria esperienza tecnica per la formazione di nuove giovani risorse specializzate e fornendo in questo modo un grande sostegno allo sviluppo del settore. Tutte e attività sotto elencate verranno sviluppate direttamente su un autoveicolo messo a disposizione dei nostri studenti, riscontrando realmente le difficoltà di intervento relativamente allo smontaggio dei componenti e alle loro eventuali riparazioni o sostituzioni.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.